Viaggi San Valentino 2013: il portafoglio vicino al cuore

febbraio 7, 2013

… per evitare che te lo freghino e anche per non tenerlo troppo vicino alle mani: in tempi di crisi, prevenire è meglio che curare! E se la festa degli innamorati indulge a qualche spesina (la coppia, si sa, o la si coccola o scoppia), lo scoraggiante panorama economico impone di trovare un compromesso tra il romanticismo e le bollette del gas. Ecco i risultati.

I dati provengono dall’osservatorio Volagratis del gruppo Bravofly-Rumbo, che ha monitorato le prenotazioni arrivate dai propri siti attraverso i propri siti volagratis.com,viaggiagratis.comcrocierissime.it e 2spaghi.it

In sintesi:

Per San Valentino prevalgono i viaggi verso destinazioni a prezzi più accessibili e decisamente più vicine a casa (il che non è necessariamente malvagio, visto che ci porta ad aguzzare l’ingegno e a scoprire luoghi interessanti che altrimenti avremmo sottovalutato a favore di destinazioni più celebri)

  • Parigi si conferma la città preferita dalle coppie. Budapest e Dubai le novità romantiche del 2013.
  • Francesi e tedeschi scelgono Roma e la classica Venezia.
  • Boom delle prenotazioni online dei ristoranti italiani: piatti tipici e vini pregiati scelti nel 75% dei casi (dal sito di ristoranti 2spaghi.it, evviva l’Italianità!)

Si registra un calo del 17% nelle prenotazioni aeree (corto raggio vince su lungo raggio). E se il successo di Budapest si deve alle sue già note 3 virtù (è vicina, economica e bellissima) l’inattesa apparizione di Dubai è dovuta alla crescita del settore crociere, che ha registrato un +22% rispetto al +9% del 2012.

Mentre Parigi si conferma ancora una volta la città dell’amore per eccellenza raccogliendo il 29% delle prenotazioni, la classifica delle prime cinque destinazioni vede salire le preferenze per Berlino (9% rispetto al 5% del 2012) e l’ingresso di due nuove mete: Amsterdam (7%) e Madrid (6%). Escono dalla Top5 Barcellona e Londra – rispettivamente seconda e terza nel 2012 – che perdono terreno a favore di mete con prezzi medi a tratta inferiori a 50 euro: Berlino (39 euro), Amsterdam (50 euro) e Madrid (35euro).

 

In tempo di austerity gli italiani continuano a prediligere le compagnie low cost, scelte nel 61% dei casi, rispetto alle compagnie tradizionali. Queste ultime registrano tuttavia una significativa crescita delle preferenze, passando al 36% dal 15,8% dello scorso anno.

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

1 comment

  1. Comment by Alessandra

    Alessandra Reply febbraio 11, 2013 at 5:39 pm

    Si si meglio risparmiare un po’ sul trasporto e dedicare qualcosa in più a coccole, cenette e magari un bel hotel romantico concordo!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares