Tripadvisor multato dall’Antitrust

dicembre 23, 2014

TripAdvisor: multa dell'Antitrust

Tripadvisor nel mirino dell’Antitrust: per il popolare portale di recensioni di alberghi, ristoranti e destinazioni turistiche si prevede una multa di ben 500 mila euro per “pratica commerciale scorretta ai sensi degli artt. 20, 21 e 22 del Codice del Consumo” .

 

La “pratica commerciale” , si legge al punto II del provvedimento, consiste “nella diffusione di informazioni ingannevoli sulle fonti delle recensioni pubblicate, rispetto alle quali gli strumenti e le procedure adottati non risultano adeguati per contrastare il fenomeno delle false recensioni”.

Tutto è cominciato qualche mese fa, con una denuncia da parte di Federalberghi e dell’Unione nazionale consumatori. La presunta poca trasparenza delle recensioni di Tripadvisor era però da tempo bersaglio di feroci critiche, soprattutto da parte degli operatori del turismo, che lamentavano una scarsa mediazione del portale nel verificare l’attendibilità delle recensioni.

L’Antitrust nel suo lungo provvedimento spiega che ” la pratica commerciale in esame risulta scorretta ai sensi degli artt. 20, 21 e 22 del Codice del Consumo, sulla base delle seguenti considerazioni:

– Tripadvisor, attraverso il propro portale di recensioni, è in grado di
condizionare in modo evidente e tangibile le scelte dei consumatori;
– il comportamento economico del consumatore può essere alterato
dalla presenza di informazioni non veritiere su di un sito che, prospettandosi come la più grande community di viaggiatori, si presume renda un servizio assolutamente imparziale ed affidabile”.

Secondo l’Antitrust, Tripadvisor «utilizza informazioni particolarmente assertive, come tali idonee ad accrescere la fiducia dei consumatori sul carattere autentico e genuino delle recensioni pubblicate dagli utenti.» Il provvedimento riporta anche alcuni esempi di tali “affermazioni”, tra cui: 

“Non importa se preferisci le catene alberghiere o gli hotel di nicchia:
su TripAdvisor puoi trovare tante recensioni vere e autentiche, di cui ti puoi
fidare. Milioni di viaggiatori hanno pubblicato on-line le proprie opinioni
più sincere su hotel, bed & breakfast, pensioni e molto altro”.

Le società colpite sono la TripAdvisor Llc (società di diritto statunitense che gestisce il sito di recensioni tripadvisor.it) e TripAdvisor Italy Srl. Tripadvisor ha già annunciato di essere in disaccordo con il contenuto del provvedimento e di voler fare appello. Sicuramente siamo solo agli inizi di una querelle che durerà a lungo.

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares