Thailandia: le spiagge bianche di Koh Samet

agosto 9, 2014

Koh Samet

Sabbia bianca, mare cristallino, palme. Non è una cartolina: è Koh Samet, l’incantevole isola del Golfo della Thailandia che richiama visitatori da tutto il mondo. Si trova  220 km a Sudest di Bangkok ed è facilmente raggiungibile via motoscafo dalla località costiera di Ban Phe, provincia di Rayong. E’ la meta ideale per chiudere in bellezza un bel viaggio itinerante in Thailandia e ritemprare le forze prima del ritorno a casa!

koh samet frangipaneKoh Samet non sarà precisamente una destinazione hipster, ma anche gli hipster ogni tanto hanno bisogno di un po’ di relax. Ed è un’alternativa piacevole a località già conosciute e molto frequentate, come Phuket.

 L’isola di Koh Samet appartiene a un’area protetta, il Khao Laem Ya-Mu Koh Samet National Park. Le strutture ricettive e i visitatori sono pertanto tenuti a dei comportamenti rispettosi dell’ambiente, in particolare per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico. La tutela del territorio ha impedito lo sfruttamento delle zone costiere: hotel e resort sono una presenza discreta, con architetture che sposano le tradizioni locali (niente “casermoni” per fortuna!).

thailandia- koh samet-9

L’isola è particolarmente amata dai thailandesi, tanto che fino a qualche anno fa era una delle mete preferite per gli abitanti benestanti della capitale e città limitrofe che desideravano trascorrere qualche giorno al mare. La vegetazione è quella “classica” tropicale: palme, frangipane profumati… i resort presenti sull’isola organizzano spesso gite in barca poco al largo dell’isola, nei punti migliori per lo snorkeling. Il periodo migliore per una vacanza qui è forse tra dicembre e maggio, ma anche nella successiva stagione umida le piogge non sono mai troppo invadenti: di solito si risolvono in fragorosi temporali serali che lasciano spazio a un clima caldo e asciutto il mattino dopo.

Koh Samet, dove dormire: il Paradee Resort

Paradee significa “il sesto paradiso” o “sesta felicità” . A vederlo, il Paradee Resort merita davvero l’appellativo. Si estende su una superficie di circa 100 mq nella punta meridionale dell’isola. Da un lato, sabbie bianche da cui ammirare l’alba; dall’altro, suggestivi scogli che planano dolcemente nel mare da cui ammirare il tramonto.

40 chalet si nascondono tra la vegetazione tropicale: stile coloniale senza cadute di tono o forzature di stile: i materiali prevalentei sono legno di tek, rattan, seta. Alcune hanno anche una piscina o una jacuzzi privata; variano da 39 a 100 metri quadri. Immancabile la suite, che può rendere davvero unico il viaggio di nozze in Thailandia. Interni spaziosi, letti a baldacchino, vasche da bagno che invitano ad accendere candele profumate e a dimenticarsi del mondo. Tattico il corredo, con asciugamani diversi per la piscina, il mare, il bagno; una pratica borsa di vimini aiuta a portarsi il necessario il spiaggia. Servizio d’eccellenza e un dettaglio prezioso: prima di partire, all’imbarcadero, consentono all’ospite di scegliere la fragranza che preferisce per il sapone e l’olio da massaggio. Splendida Spa, suddivisa in quattro ambienti a seconda dei trattamenti: terra, acqua, aria, fuoco.  Massaggio thailandese e molti altri trattamenti per benessere del corpo, del viso e… dell’animo!

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares