Sud Tirolo: in Val Senales con Otzi

agosto 25, 2014

In Val Senales con Otzi

Val Senales, Sud Tirolo. Un lago scenografico, un’antica certosa, un tranquillo comprensorio sciistico e un’incantevole riserva naturale ne fanno uno dei paesaggi più belli del Trentino Alto Adige e uno dei meno conosciuti. Le incantevoli località di Maso Corto, Vernago, Monte Santa Caterina, Certosa e Madonna di Senales sono poco conosciute al grande pubblico. E già questo sarebbe sufficiente a renderla una destinazione hipster. Ma a renderla davvero unica è il suo abitante più famoso: Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio.

 Ötzi, chi era costui?

Ricostruzione dell'aspetto di Otzi

Ricostruzione dell’aspetto di Otzi © Museo Archeologico dell’Alto Adige/A. Ochsenreiter

Niente a che vedere con gli Osbourne: il suo “vero” nome è Mummia del Similaun, ed è uno dei reperti antropologici più celebri al mondo: si tratta del corpo di un uomo vissuto tra il 3300 e il 3200 a.C., in un ottimo stato di conservazione, completo di abbigliamento e utensili, che è attualmente esposto presso il Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano. Ma per la gente del luogo è semplicemente Ötzi, più che un progenitore, un vero e proprio trisavolo di famiglia!

Il suo corpo mummificato venne ritrovato 20 anni fa, sul ghiacciaio delle Alpi Venoste, da una coppia di escursionisti rinvenne una mummia, rendendosi protagonista di una scoperta sensazionale. Il gelo delle alte quote ha consentito una perfetta conservazione dei tessuti e dell’equipaggiamento di questo cacciatore-raccoglitore, che ha atteso sepolto nel ghiaccio per ben 5300 anni. Una scoperta che ha consentito di gettare nuova luce sugli studi di antropologia e che ha fatto uscire la preistoria dai libri per farla diventare parte della vita quotidiana locale!

interno del Museo Archeologico dell'Alto Adige

interno del Museo Archeologico dell’Alto Adige © Museo Archeologico dell’Alto Adige/Martin Prast

Non ci credete? Prendete un’offerta last minute per un week end in Val Senales (magari approfittando delle offerte montagna Expedia per la Val Senales): tornete indietro nel tempo.

A tavola con Ötzi

Hazelnuts

La preistoria comincia a tavola: alcuni alberghi e ristoranti della valle, propongono un menù preistorico basato sui cibi che secondo gli scienziati formavano parte della dieta di Ötzi. Piatti forti sono cereali come grano e orzo, legumi, nocciole, insalata, funghi, prodotti caseari e, naturalmente, carne (il mammouth no, non era più disponibile). Le specialità preistoriche sono servite in recipienti simili a quelli usati da Ötzi: peccato non avere nozioni sull’etichetta a tavola dei nostri antenati; tutti gli ingredienti sono biologici, of course.

 A caccia con Ötzi

Chi vuole provare l’ebrezza di usare arco e frecce, proprio come faceva Ötzi, potrà recarsi a Monte S. Caterina dove vi aspetta il 3D Arco parcours Moarhof: all’interno di un bosco troverete 16 sagome tridimensionali, che riproducono animali veri. Vi sentite già pronti a cimentarvi con un mammouth? In Val Senales potete anche cimentarvi nell’arrampicata perpendicolare, sotto la guida di un istruttore, e allenarvi nella palestra di roccia Marchegg (giusto dovessero spuntare anche tigri dai denti a sciabola). Se invece volete testare il vostro senso dell’equilibrio, allora il Parco Alta Fune – Ötzi Rope Park Val Senales è il luogo più adatto a voi. Vi attendono travi, funi, ponti e altalene, sospesi ad un’altezza che varia dai 2 ai 18 metri, ma va specificato che si tratta di un’attività priva di rischi, grazie al moderno sistema di sicurezza del parco.

Monte Santa Caterina - copyright AT@Peer (sudtirolerland)

Monte Santa Caterina – copyright AT@Peer (sudtirolerland)

Val Senales sulla neve.

La Val Senales è un paradiso per gli amanti dell’avventura e degli sport all’aria aperta, in estate come in inverno. Se state già pensando alle vacanze invernali, sciare in Val Senales vi permetterà di scoprire il suo comprensorio sciistico, con neve garantita, adatto a sciatori di tutti i livelli.

Grazie alla moderna funivia potrete salire sul ghiacciaio dello Hochjochferner, da cui vi attende una discesa a valle di 8 km. Gli appassionati di snowboard e di freestyle avranno inoltre a disposizione un’area di 135.000 mq., il Gentlemens snowpark. Ai più piccoli pensa nonno Ötzi . Al centro l’Ötzilino Club Val Senales, adiacente alle pistem potranno costruire pupazzi di neve e realizzare oggetti simili a quelli che utilizzava Ötzi, mentre mamma e papà sfrecciano sulle piste.

 Val Senales: come arrivare

Come sapete, noi prediligiamo il treno come mezzo di trasporto e raggiungere la Val Senales in treno è davvero semplice, grazie ai collegamenti, diretti e non, con le stazioni ferroviarie di Merano e Naturno. Chi non rinuncia all’auto, potrà percorrere da sud la A22 del Brennero e proseguire per il bivio per la valle, o attraversare il Passo del Brennero o Passo Giovo da nord. Se invece arrivate in aereo, potrete raggiungere Merano dagli aeroporti di Verona, Bergamo e Malpensa con il comodo Alto Adige Bus.

Museo Archeologico dell’Alto Adige

Indirizzo: via Museo 43, 39100 Bolzano

Informazioni & prenotazioni

tel: 0471 320100 (lunedì-venerdì: ore 9.00-12.00 e 14.30-16.30)

Orario d’apertura del museo

Martedì – domenica: ore 10.00 – 18.00

Ultimo ingresso: ore 17.30

Chiuso il lunedì (eccetto festivi)

In luglio, agosto e dicembre il museo rimane aperto anche il lunedì.

e-mail: info@iceman.it

web: www.iceman.it

 

Dove mangiare come al tempo di Ötzi

(si consiglia di telefonare previamente per informazioni)

Panoramahotel CROCE D’ORO ***S

fam. Götsch, Madonna n. 27, 39020 Senales

tel. 0473-669688- fax.0473-660771

www.goldenes-kreuz.com – e-mail: info@goldenes-kreuz.com

 

Hotel AQUILA NERA ***S

fam. Gamper

Madonna n.26, 39020 Senales

tel. 0473/669652 – fax 0473/669737

www.adlernest.com – e-mail: info@adlernest.com

(foto di apertura: il ghiacciaio del Similaun, © Museo Archeologico dell’Alto Adige/Aichner)

 

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares