Solar Impulse: volare ad energia solare

giugno 4, 2014

solar impulse

La rivoluzione energetica passa dalla Svizzera, nello specifico da Payerne (Canton Vaud), pittoresca cittadina che verrà ricordata per essere stata testimone di un evento di portata storica: il primo volo di prova ufficiale di Solar Impulse 2, l’ aeroplano alimentato esclusivamente ad energia solare. Il 2 giugno 2014 è decollato alle 05.37 del mattino, ha volato per due ore e 15 minuti ed è atterrato a Payerne senza nessun intoppo, complici  anche le buone condizioni meteo (anche se si registrava qualche residuo di pioggia) .

Non male come debutto, ma Solar Impulse ha ancora molto da dimostrare: è stato progettato per riuscire a volare per cinque giorni e cinque notti consecutive senza carburante, attrezzando la cabina di pilotaggio di 3,8 mq in modo da consentire al pilota di rimanere nell’abitacolo anche per una settimana. Del resto si prevede di utilizzarlo già nel 2015 per fare il giro del mondo… o almeno, questo è l’ambizioso obiettivo di Bertrand Piccard, promotore del progetto Solar Impulse insieme a André Borschberg, Luigino Torrigiani e Brian Jones.

Bertrand PiccardDiscendente da una stirpe di avventurieri (è figlio del primo uomo sceso nella Fossa delle Marianne) Piccard è laureato in psichiatria ma alla sicurezza di uno studio medico ha preferito il fascino dell’avventura. E’ noto per le sue imprese “al limite”: lui e Brian Jones hanno compiuto insieme il primo giro del mondo in un pallone aerostatico “non-stop”. Il progetto Solar Impulse risale al 2003 ed è stato portato avanti insieme al Politecnico di Losanna.

Il monoposto possiede un’apertura alare di 72 metri, un peso di 2.300 chili ed è dotato di 17.248 celle fotovoltaiche al silicio.

Il successo di Solar Impulse apre nuovi, affascinanti scenari possibili per l’ aviazione civile, commerciale e militare, in un momento in cui il carburante fossile e i costi che ne derivano si fanno sempre più problematici.

E l’Italia? Sicuri di voler continuare a investire in F35?

(foto: Wikipedia)

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares