Regali di Natale? Una filastrocca con cofanetto regalo

dicembre 13, 2012

 

albero di Natale

A come albero di Natale che troneggia nel lato della stanza riservato all’addobbo e ai lustrini che ne arricchiscono il decoro.

B come Babbo delle nevi, che tutti i bambini attendono con fervore insieme al sacco pieno di pacchetti.

C come cucine odorose di buono, piatti tipici e tradizioni che imbandiscono le tavole e allietano i commensali fino al sorriso.

D dove si gioca oggi? Le case divengono luoghi di ritrovo dove basta un pandoro, un mazzo di carte napoletane ed una tombola e la serata è bella che è fatta, in compagnia ed allegria.

E eravamo piccoli ed attendevamo un pacchetto con su scritto il nostro nome e con sul retro un dolce pensiero. Siamo diventati adulti e ci vediamo riflessi nei bimbi che abbiamo attorno, figli o nipoti, e ci accorgiamo che non è cambiato molto: un ciclico tornare bambini.

F fossi Babbo Natale farei piccoli pensieri a tutti i bimbi del mondo, fosse possibile esaudirei i desideri di tutti.

G gente che sente l’aria del Natale, l’odore è forte e lo si segue come segugi fino all’uscio delle case dove un tavolo con tovaglia rossa, una candela nel mezzo, l’albero, che osserva in un angolo lo scorrere degli eventi, attendono. Di lì a poco la stanza sarà piena di voci e gente.

H hello Christmas!

I incontro. A Natale c’è un ritorno, di chi vive fuori nel paese natìo, ed allora è festa grossa.

L : luci. C’è un abbondare di luci che rimarcano il tono festoso. Il presepio è illuminato, l’albero è illuminato, le chiese, le strade ed i negozi sono sono illuminati.

M… mi piacerebbe fare questo Natale… mangiare dolci in abbondanza per non sentirne la mancanza per i mesi a venire, maneggiare regali di cui si è soddisfatti, impacchettarli e scrivere un bel pensiero, mettere da parte i tanti bei momenti in famiglia per il tempo che si è lontani e sentire pesare meno la distanza.

N non dimenticare chi è più sfortunato, non perdere di vista la semplicità.

O ora di consumare un bel pasto tradizionale e ringraziare ogni momento per le mani che hanno fatto sì che lo si avesse in tavola.

P parole e pensieri.

Q quadro di famiglia.

R ricercare un regalo e non sapere bene cosa sia il caso di regalare, passeggiare e cercare ispirazione. Verrà prima o poi.

S sentire. Sentire odori, sentire la gioia, sentire che stando insieme vien da sorridere.

T trovare i regali e tornare a casa vittoriosi.

U come unirsi intorno ad un tavolo a giocare a tombola e vincere o perdere, importa poco, basta stare insieme. Urrà.

V vischio sotto il quale si dice ci si debba scambiare un bacio.

Z “zia ho avuto in regalo quello che volevo. Grazie!”

Ora, ad ogni parola che apre una frase penseremo alla lettera dell’alfabeto annessa, ma nulla da fare per idee quest’anno. I regali non vogliono saperne di venirci in mente. Abbiamo vari punti interrogativi che abitano il cervello, neanche contare le pecorelle ci ha aiutato a farci venire qualcosa di buono in testa. Ah no, le pecorelle si contano per prendere sonno, che confusione!

Eppure ad un certo punto qualcuno dice “week-end” ed ecco che magicamente ci viene suggerita una lettera dell’alfabeto che non abbiamo elencato né pensato, eppure può essere la chiave di volta dell’enigma regalo.

Già conoscete i cofanetti regalo? Un’ottima idea regalo, pratica, semplice e di certo gradita a coloro che attendono il venerdì per allontanare il contesto lavorativo che spesso stressa e stanca. Semplice: si hanno tante opzioni, si sceglie la cittadina che si intende visitare quel dato week end, si sceglie una struttura, si contatta per accertarsi della disponibilità, la data, anche quella, va scelta da chi riceve il cofanetto.

Qui qualche suggerimento:

http://www.elation.it/natale.cfm

http://www.emozione3.it/it/regali_speciali_per_natale.aspx

 

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares