Innsbruck, il fascino sobrio dell’Austria felice

maggio 6, 2014

Innsbruck

Innsbruck è LA meta per chi vuole andare all’estero senza le rotture di scatole dello spostarsi all’estero. E tra costoro, si distingue il long weekender, cugino frustrato dello springbreaker americano.

Long weekender: una parola che rende bene il ritratto del viaggiatore europeo di oggi, costretto a continui compromessi tra l’agenda del lavoro, compleanni irrinunciabili e il cane da portar fuori. E’ l’evoluzione del turista mordi-e-fuggi degli anni Novanta, diciamo un mordi-caffé-legg-il-giornale-fuggi-con-calma-che-tanto-torniamo-domani. E se la voglia d’estero con il primo sole si fa sentire, quale scelta migliore dell’Austria vicina?

herzog otto ufer old town

Innsbruck sembra la sintesi dei sogni proibiti del long weekender: città storica ma dal cuore moderno, ha la vivacità di una metropoli ma è circondata dalla natura e da splendide cime montane (svetta su tutte la Nordkette, di oltre 2 mila metri). La sintesi architettonica di antico e moderno è da manuale e tanto avrebbe da insegnare ad altri centri europei (ogni riferimento è puramente casuale).

caffé in centro

La città vecchia è fotografica e invita a selfie generatori di invidie. Inoltre, è difficile perdersi: basta seguire la passeggiata lungo Maria-Theresien-Straße, arteria principale della città. Permette di ammirare gli antichi edifici medievali, oltre alle vetrine di invitanti negozi che fanno capolino sotto i portici. Immancabile una sosta al Tettuccio d’Oro, raffinatezza architettonica dalle tegole dorate che è diventata il simbolo della città. Altre tappe obbligate, il Duomo, il palazzo imperiale (Hofburg) e la Hofkirche chiesa di corte, che ospita il cenotafio dell’imperatore Massimiliano I circondato da misteriose statue in bronzo chiamate “Schwarze Mander” (gli uomini neri). E’ anche possibile salire sulla Torre cittadina e scattare qualche foto panoramica della città.

il fiume Inn

Il cammino si sposta poi luingo la promenade che costeggia il fiume Inn, la Herzog-Otto-Hufer immortalata in tanti quadri.

Dopo una lunga passeggiata, una meritata pausa in uno dei celebri caffé o pasticcerie, al chiuso o all’aperto; se tira il vento fresco delle Alpi, i camerieri possono portarvi tranquillamente una coperta. Doveroso un po’ di shopping per i poveri amici rimasti a casa (long workers?), soprattutto quelli di cui abbiamo bucato il compleanno e che nonostante questo ci hanno tenuto il cane.

Innsbruck: dove fare shopping

Kaufhaus Tyrol

Kaufhaus Tyrol è il centro commerciale “storico” della città, erede del primo grande magazzino del Tirolo, classe 1908: l’edificio originario è stato integrato con cura nella struttura attuale, dandovi la possibilità di apprezzarne l’architettura, oltre che i negozi all’interno! Alternativa al Kaufhaus Tyrol è la Rathausgalerien (Galleria del Municipio) per un po’ di sano shopping senza pensieri.

Innsbruck, la montagna

I dintorni verdi

Basta allontanarsi di poco da Innsbruck per trovare splendidi sentieri in mezzo al verde. Voglia di un po’ di montagna “vera”? Dal centro della città parte la funicolare progettata da Zaha Hadid, che in soli 20 minuti porta sulle cime, prima a Hungerburg e poi a Seegrube. Qui, a quasi 2.000 m di altitudine ci si può concedere una pausa all’Alpen Lounge Seegrube e ammirare un panorama mozzafiato.

Innsbruck, i dintorni

Ambras Castle

A bordo del bus turistico Sightseer (gratuito con Innsbruck Card) si raggiunge il Castello di Ambras, che domina l’intera città dall’alto di una collina. Il nuovo museo Tirol Panorama propone un viaggio nella storia tirolese, ma anche una delle pochissime rappresentazioni panoramiche integre del XIX secolo: su una superficie di 1.000 metri quadri, un gigantesco dipinto circolare con diorama narra le vicende della battaglia del Bergisel del 1809. Qui sul Bergisel, però, si trova anche uno dei simboli architettonici di Innsbruck. Il trampolino olimpico, firmato da Zaha Hadid, dove ogni anno si sfidano i campioni mondiali di salto con gli sci.

Innsbruck è associata in tutta Europa ai Mondi di Cristallo Swarovski: Hall Wattens è a soli 15 km da Innsbruck, ed è raggiungibile con un bus navetta. Più che un museo, una vera avventura nella luce e nella bellezza delle molteplici forme del cristallo.

 Week-end a Innsbruck

L’accoglienza turistica della città propone offerte accattivanti

1 notte con colazione a partire da 69 euro. L’offerta comprende 1 viaggio di andata e ritorno con l’impianto di risalita Nordkettenbahnen, 1 caffé e una fetta di torta nel ristorante Alpenlounge Seegrube a 2000 m. A parte chi vuole visitare la città in tutta tranquillità può acquistare la Innsbruck Card 24 ore, che apre le porte di musei e attrazioni turistiche (31 euro).

– 2 notti con colazione a partire da 139 euro a persona. L’offerta comprende 1 caffé e 1 fetta di torta nel ristorante

– 3 notti con colazione a partire da 189 euro a persona. L’offerta comprende 1 caffé e 1 fetta di torta nel ristorante Alpenlounge Seegrube a 2.000 metri; 1 Innsbruck Card per 48h.

Info: www.innsbruck.info.

Buon long weekend!

(foto contenute nell’articolo: Copyright © 2010 | TVB Innsbruck)

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares