India: ritratto al maschile

febbraio 12, 2014

Dopo Indian Women, ci avete sfidato a raccontare l'India "al maschile". Ecco una gallery che vi sorprenderà

La bellezza è per forza un sostantivo femminile? Il più astratto dei concetti trova maggiore giustizia nella lingua inglese: “Beauty” è neutro, né uomo né donna, pura astrazione, appunto. In barba a tutti i romanzieri e i pittori che per secoli l’hanno voluta a tutti i costi femmina! 036 indiaSuona troppo di par condicio? Forse, ma è dovuto a un’osservazione dei nostri lettori coi baffi. Recentemente abbiamo pubblicato un articolo dedicato a un interessante progetto fotografico di Walter Porzio, Indian Women: raccontare la bellezza dell’India attraverso la bellezza e l’eleganza delle donne indiane. Un tema fotografico “evergreen” che trae nuove interpretazioni di fronte a scottanti casi di attualità che non rappresentano in modo esaustivo l’universo femminile indiano, ma ne sottolineano comunque la realtà più difficile da superare. Ebbene, alcuni hipster maschietti, pur apprezzando il post, hanno commentato che era troppo facile raccontare la bellezza attraverso i magnifici sari e gli sguardi profondi delle donne indiane. “Provate a fare lo stesso con gli uomini” ci hanno detto. E noi lo abbiamo fatto.

In queste gallery trovate una miscellanea di ritratti indiani rigorosamente al maschile, dove si incontrano il tradizionale e il bizzarro, il giovane e il vecchio, il lavoratore e l’asceta. Dall’Orissa al Rajasthan. Da New Delhi al Gujarat. Non importano le etichette di etnia, religione, o età. Solo sguardi sinceri di uomini che guardano altri uomini… anche se attraverso un computer

013-india

Un piccolo, grande omaggio dedicati ai milioni di uomini indiani che ogni mattina si alzano per andare al lavoro, amano le proprie donne, crescono con dedizione i propri figli, ma di cui le cronache internazionali non parlano mai. Enjoy!

About 

Walter Porzio, fotografo e viaggiatore instancabile. Zaino in spalla, macchina fotografica al collo, dall’età di quattordici anni ha scelto come meta il mondo. Ha visitato più di centosessanta Paesi, cogliendone il fascino e le contraddizioni. India,Tibet, Siberia, Madagascar; ma anche Bolivia, Guatemala, Messico, Perù passando per l’Africa, l’Europa, l’Estremo Oriente, l’America del Nord. E’ autore di numerosi reportage pubblicati su testate prestigiose del settore turismo e avventure. I suoi articoli e i suoi scatti non trasmettono solo l’incanto di terre lontane ma si pongono come occasioni d’incontro con culture diverse. Storico collaboratore di vari Enti del Turismo (India,Yemen, Marocco, Canada,Turchia Svizzera, Francia etc.) e dell’Unicef, ha all’attivo diverse mostre fotografiche, tra le quali: “Un mondo di Sorrisi”, “Mercati nel mondo” “India del Nord-Est”. E’ autore di diversi libri, fotografici e non: “Impariamo a viaggiare” (Mursia), “Mille viaggi, mille storie”, “Viaggiando Viaggiando” “Sognando terre lontane”, “Un mondo di Ritratti” “Children”, edito dal Touring Club Italiano, “Mothers”. Ancora oggi accompagna viaggiatori in ogni parte del pianeta.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares