Il gioco delle perle di vetro: Venezia e l’Africa in un documentario

gennaio 14, 2015

Uno dei grandi simboli dell’arte africana sono… le perle di vetro veneziane! Un simbolo del legame che nei secoli ha unito l’ Africa e l’Europa lungo le vie del commercio. Un legame che ha preso vita nella ricerca fotografica di Bruno Zanzottera dell’ Agenzia Fotografica Parallelozero, e che si è trasformato nel documentario “Il gioco delle perle di vetro”, che verrà presentato giovedì 15 gennaio alle 21 nella Sala Conferenze del Museo di Storia Naturale di Milano.

Perle di vetro Camerun

Il documentario ha come co-autori Augusto Panini e Alberto Salsa, e si snoda lungo l’Africa più affascinante e misteriosa, toccando in particolare Camerun e Ghana. Ripercorre le strade degli antichi mercanti europei che già nel Medioevo si recavano in Africa portando con sé un’importante merce di scambio: perle di vetro e murrine veneziane, che venivano utilizzate come monete e considerate di grande valore.

Già nel 1352 Ibn Battuta, viaggiatore marocchino, annota nel suo taccuino di viaggio: “Un viaggiatore in questo paese non porta provviste,…, e nemmeno ducati o dracme. Deve portare con lui pezzi di sale e ornamenti o bigiotteria di vetro, che la gente chiama nazhms ( fili di perle di vetro) e qualche sostanza aromatica”. Il “Paese” corrisponde agli odierni territori del Mali e della Mauritania.

Perle di vetro veneziane: molto più che monili

L’importanza delle perle di vetro tra queste popolazioni si deve, in particolare, alla loro natura incorruttibile e inalterabile, a differenza di altri oggetti simbolici di scambio, come le conchiglie. Venezia diventa la capitale assoluta nella produzione e nella diffusione di perle, monopolio che conserverà per oltre tre secoli in Africa. Una “valuta” non ufficiale capace di condizionare rapporti economici e di potere. Molte perle riportavano anche i motivi taumaturgici ed apotropaici contenuti nelle perle di vetro mediorientali che da secoli venivano trasportate e commercializzate dalle carovane sahariane provenienti dall’Egitto, dalla Siria, dalla Persia ed attraverso la Via della Seta.

Perle di Vetro - Murano

L’uso di perle di vetro con motivi magici a protezione della persona è di tradizione antichissima. In Africa l’uso di questi amuleti è talmente radicato da aver alimentato un mercato che per secoli ha visto scambiare perle di vetro con avorio, oro, olio di palma, legname pregiato e schiavi. Oggi le murrine sono sparse in tutta l’Africa, ma una popolazione in particolare, i Krobo del Ghana, ne ha fatto un vero e propria culto. Ogni clan Krobo conserva le perle più antiche come un tesoro da mostrare solo in occasioni rituali. La principale di queste è il Dipo festival, l’iniziazione delle ragazze che segna il passaggio all’età adulta.

Il clou della festa avviene quando le giovani donne, ricoperte di collane di perle di vetro che rappresentano tutta la ricchezza della propria famiglia, danzano per la città mostrando la propria bellezza e quella dei loro tesori di vetro.

Il gioco delle perle di vetro – Dove: Museo di Storia Naturale di Milano – Sala Conferenze Corso Venezia, Milano MM1 Venezia/Palestro

Il gioco delle perle di vetro- Quando: giovedì 15 gennaio ore 21:00

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares