Fly Emotion: volo su fune in Valtellina per intrepidi

luglio 6, 2014

Fly Emotion: volo su fune in Valtellina per intrepidi

Il desiderio di volare è da sempre insito nella specie umana: chi, da bambino, non ha mai provato a battere le braccia facendo finta che fossero ali ed immaginare di spostarsi sereni tra le nuvole e le montagne, senza essere disturbati? Purtroppo, Leonardo Da Vinci diceva “Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché là siete stati e là desiderate tornare”; è questo il tipo di esperienza che ci regala Fly Emotion.

Fly Emotion è un’attrazione adatta a tutti tipi di pubblico, dai più piccoli ai più grandi: grazie ad una speciale imbragatura, assicurata ad un carrello che scorre liberamente lungo una fune d’acciao, ci permette di sperimentare la sensazione del volo, passando da una montagna all’altra, e così godersi lo splendido paessaggio montano della Valtellina.

Che altro dire? Che è stato adrenalinico, unico ed emozionante: la sensazione più vicina al volo che si possa sperimentare. Come ben potete immaginare, non è semplice trovare il coraggio di buttarsi giù da una montagna a circa 300 metri dal suolo con lo scopo di raggiungere la valle opposta: il tuo corpo (e quello del tuo im-probabile compagno, visto che questa attività si può fare anche in coppia) è appeso solo a una fune d’acciao, e in questione di pochi secondi, è possibile raggiungere la velocità di circa 100 km/h.

Si, avete letto bene: la nostra anima nuda in carne ed ossa esposta alla velocità di 100 km/h. Ma praticamente non si sentono. Sarai troppo impegnato a goderti il paessaggio perché la vista, a quell’ altezza, è unica ed impagabile.

Questa attrazione si contradistingue per essere a “doppio binario”: si vola due volte: una da Albaredo a Bema (durata un minuto e mezzo per un chilometro e mezzo, pendenza 9,4 metri), e una da Bema di ritorno ad Albaredo (durata un minuto e 10, pendenza 14,4 metri). La velocità media che si può raggiungere è tra i 100 km/h e i 120 km/h. Si vola da un’altezza massima di 380 metri dal suolo e la tecnologia impiegata per questi voli è stata sviluppata in Italia e brevettata da Fly Emotion, che garantisce i più assoluti standard di sicurezza.

Il progetto, spiega Matteo Sanguineti, amministratore delegato di Fly Emotion, è nato nel 2010 da un contatto Internet avvenuto con le istituzioni locali: cercavano un’idea per dare valore al territorio, pressoché ignorato dai turisti. “Il progetto di fare dei voli in sicurezza è piaciuto e abbiamo potuto contare sull’appoggio dei comuni (Bema ed Albaredo, ndr) per la realizzazione”. E’ da evidenziare che, per questo progetto, in appena un mese e mezzo, Fly Emotion ha ottenuto 13 autorizzazioni: un record se pensiamo che in Italia la burocrazia non viaggia alla velocità di 100 km/h come le funi create da Sanguineti che collegano Albaredo e Bema.

Fly Emotion in numeri

Blogger in volo

Alessandra Favaro e Claudia Moreschi ci danno prova del loro valore e coraggio!

Grazie a questa iniziativa, i due comuni stanno vivendo una rinascita turistica. In base ai dati forniti da Matteo Sanguineti, l’impatto turistico sulla zona si può calcolare in un incoming di 35-40 mila persone. Si possono contare circa 250 voli in una giornata e dal 2011 ad oggi si sono registrati 13 mila voli (se si considera che alcuni volano in coppia, non è difficile arrivare a sfiorare i 20 mila).

L’esistenza di Fly Emotion sta rivitalizzando il territorio, in particolare il Comune di Albaredo: i ristoranti hanno cominciato a riempirsi e a ristrutturare. Un esempio di questo è la locanda Ca’ Priula, unico albergo nella zona, ma esistono anche dei dormitori, che vengono utilizzati per esperienze di gruppo, in particolare di giovanissimi.

L’esperienza Fly Emotion non si conclude qui. Ci sono 8 strutture partner nella zona che propongono equitazione, rafting sull’Adda, e persino cooking class di pizzoccheri! Promuovono anche eventi, come Fly to Race, un Triatlon che comprende corsa in montagna, bicicletta e tiro al bersaglio in volo.

Per adesso, l’ambizioso obiettivo di Fly Emotion è espandersi all’estero. Le destinazioni ritenute più adatte allo sviluppo di questo business sono Tenerife, Francia, Svizzera e Slovenia. Dal nostro punto di vista, possiamo affermare che Fly Emotion trasmette al 100% l’esperienza del volo su fune in sicurezza. Ci siamo sentiti liberi di volare. Però, una volta tolti i caschi, finito per terra il carrello d’acciaio e le altre attrezzature che ci legavano alla fune, dopo essere stati sospesi nell’aria e nel cielo, molti di noi avrebbero voluto tornare alla base di partenza, per rilanciarsi di nuovo e provare l’ebrezza di volare a 300 metri da terra.

 

 

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares