Bit 2013 rafforza l’offerta per visitatori ed espositori

gennaio 20, 2013

Conto alla Rovescia per la prossima Borsa Internazionale del Turismo (Milano, fiera di Rho, 14-17 febbraio). L’appuntamento di quest’anno si preannuncia ricco di novità.

Non si tratta soltanto di un un modo per aiutare gli operatori del turismo a fronteggiare la crisi: è la stessa Borsa del Turismo ad aver subito un calo delle visite negli ultimi anni (-11%) nonostante durante la scorsa edizione gli appuntamenti per far incontrare la domanda internazionale e l’offerta italiana siano aumentati del 38%. In pratica, bene ma non abbastanza.

Ecco quindi che l’edizione 2013 riparte in modo decisamente aggressivo per riconquistare il ruolo di appuntamento irrinunciabile per chiunque lavori nel turismo, dai tour operator alle agenzie di viaggio, dagli enti del turismo alle catene d’hotel fino ai trasporti (compagnie aeree, treni, autobus).

Ecco le novità “in pillole” per l’edizione imminente della Borsa Internazionale del Turismo:

  • Gli operatori che si preregistreranno entro il 31/1/2013 potranno accedere gratuitamente alla manifestazione. Quando si dice, i vantaggi dell’advance booking…
  • Introduzione di isole tematiche: l’offerta non sarà più segmentata solo geograficamente ma anche per tipo (settore eno-gastronomico, culturale, naturalistico e sportivo)
  •  Travel Experience per i consumatori (cosa sarà, davvero?)
  • Business Matching tra gli espositori e gli operatori professionali
  • Inserimento del Business Village all’interno del padiglione The World per facilitare l’incontro tra destinazioni, tour operator, strutture ricettive e vettori
  • Inserimento del workshop Bit BuyItaly nell’area Italy, con presenza buyer nel padiglione
  • Destination Room a disposizione degli espositori esteri per presentare le novità del  2013
  • Eventi formativi più numerosi e meglio strutturati
  •  Attività di engagement rivolte agli operatori professionali

Nell’edizione 2012 sono stati 89.800 i visitatori, di cui 54.600 operatori professionali, il restante è pubblico generico. Gli incontri d’affari dedicati alla promozione delle destinazioni turistiche italiane sono stati oltre 18 mila, contro i 13 mila dell’edizione 2011. E quest’anno? Quale sarà il bilancio?

 

 

 

 

 

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares