Adelaide: mangiare, bere, uscire

luglio 9, 2014

fish&chips Adelaide

Adelaide , capitale del South Australia, è la città dei buongustai: solo nella Arcade, la zona della “movida”  accanto a Victoria Square e al Central Market si contano ben 76 ristoranti di ogni nazionalità.

E pensare che Adelaide era conosciuta per essere “la città delle chiese”: ce ne sono molte, di tutte le confessioni, dalla cattolica alla metodista, a conferma della vocazione multiculturale e tollerante della città. In fondo, ospitare cucine diverse di così tante nazionalità, è un po’ l’espressione laica dello stesso principio!

Adelaide è anche il centro distributivo del pregiato vino australiano: le bottiglie arrivano qui, vengono stipate nell’elegante “Palazzo del Vino” (non chiamatelo magazzino, please) in attesa della destinazione finale.

Se siete alla ricerca di un’ esperienza enogastronomica di alto livello non avete che l’imbarazzo della scelta!

Nota: in South Australia è molto di moda andare a cena nei ristoranti degli hotel. Questo in Italia è poco diffuso (difficile che qualcuno ti dica “andiamo a mangiare all’Hilton”)  ma ad Adelaide la combinazione vincente è hotel+ ristorante+pub. Questo significa che gli hotel internazionali non sono un rifugio per stranieri di passaggio ma un’occasione per conoscere persone del luogo (tra l’altro gli abitanti del South Australia sono molto socievoli e cortesi, per cui non sarà difficile fare amicizia a colazione o su un traghetto)

Ecco alcuni suggerimenti, testati dal vivo:

Ristorante-pub-hotel The Lion

Pub e ristorante: ambienti diversi, stessa qualità. Il pub è l’ideale per un prima o dopo cena, ambiente informale ma non chiassoso. Il ristorante ha un’atmosfera raccolta che evita l’effetto radical-chic. Cucina di alto livello e un’ampia selezione di vini. Personale zelante e di esperienza.  Consiglio: non perdete l’occasione di provare le ostriche, non hanno costi impossibili e i ristoranti si sfidano a cucinarle nei modi più originali. Imperdibile anche il King Fish (nella foto cucinato in casseruola con verdure miste) e il King George Whitening, altro tipo di pesce a carne bianca particolarmente pregiato. Il dolce è un pudding di prugne con gelato alla vaniglia e rubarb, la radice cara ai canadesi che qui ha trovato una nuova ubicazione e trasformazione gastronomica!

Ristorante – pub – hotel The Astor

adelaide hotel the astor

20140625_195550A 20 minuti a piedi dal Roundle Mall; ambiente familiare da birreria, ma le portate non lasceranno delusi, che sia un’insalata di gamberi o un piatto di canguro alla griglia, sarà un piatto abbondante e gustoso. Buona scelta di vini e birre. Una curiosità: il mercoledì sera si gioca a Trivial Pursuit. :-)

 

 

 

Ristorante La Brasserie- Hilton Adelaide

Dimenticate l’atmosfera algida da incontro d’affari: la Brasserie è forse un po’ radical chic ma va benissimo anche per una cena romantica. Personale cortese e zelante, cucina di alto livello che reinterpreta in modo originale le tradizioni locali (e utilizza ingredienti a chilometro zero!). Ottime le carni alla griglia o al forno. Ampia scelta di vini australiani, dessert sorprendenti. Una nota che vale per tutti i ristoranti: qui il pane non è compreso nel coperto, va ordinato e pagato a parte. Trovate vari tipi di pani disponibili in una sezione apposita del menù, di solito “from the Bakery”, oppure tra gli antipasti. Però il pane viene servito fresco, a volte addirittura appena sfornato e in appetitose varianti, come il pane all’aglio o al formaggio.

Da non perdere: Cioccolato Haigh’s

cioccolatini Haigh's 3 bassaE’ IL cioccolato in Australia. Con 14 flagship store in tutto il Paese, tutti rigorosamente in location di stile retro. niente grande distribuzione: il cioccolato viene consegnato da furgoncini di proprietà per mantenere assoluto controllo sulla temperatura e l’umidità.

Schermata 2014-07-09 a 13.17.08Ad Adelaide è possibile visitare la fabbrica per vedere come si produce, farsi venire ancora più fame e comprarne abbondanti quantità nello shop annesso, dove si svolgono anche degustazioni guidate. In alcune enoteche il cioccolato Haigh’s è anche protagonista di abbinamenti con il rinomato vino australiano.

 

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares