Adelaide Hills: l’Australia a misura d’Europa

luglio 19, 2014

Adelaide Hills

Una delle migliori caratteristiche di Adelaide, capitale del South Australia, è una dimensione degli spazi prettamente europea: se nel resto dell’Australia una scampagnata può costare ore di automobile, ad Adelaide è sufficiente uscire dalla città per cambiare completamente panorami, atmosfera e tradizioni. E la prima tappa del “Fuori Adelaide” sono le Adelaide Hills, le dolci colline che circondano la città, cariche di vigneti e foreste di eucalipti sulla cui sommità non è raro scorgere dei koala.

Le Adelaide Hills sono una tappa obbligata per i gourmand. Qui si trovano bed&breakfast con ottima cucina e ristorantini dall’atmosfera romantica, ma anche aziende agricole capaci di trasformarsi in mete turistiche. Un nome noto: Beerenberg, che qui è sinonimo di conserve dolci e salate (e non solo). Un ottimo rifugio anche in caso di pioggia scrosciante, come è capitato a chi scrive, che in inverno non capita spesso ma , quando capita, non fa certo sconti!

conserve beerengerb adelaide hills

Conserve Beerenberg- Hahndorf 3

Come da Heigh’s, anche qui è possibile visitare un centro di produzione e comprare i prodotti allo shop, ma da novembre ad aprile è anche possibile visitare la fattoria Beerenberg e raccogliere le fragole direttamente dal campo! Si tratta di una tradizione importata dalla Germania (chi ha visitato la Baviera probabilmente lo avrà fatto!) e non è un caso: Adelaide e il suo territorio hanno accolto molti emigrati provenienti dalla Germania, dall’Austria e dalla Svizzera Tedesca. Si tratta di un’immigrazione di lungo corso, molti sono arrivati all’inizio del secolo scorso. Eppure l’eredità culturale germanica è ancora viva, tanto che alcuni abitanti parlano ancora un tedesco di foggia ottocentesca e non hanno dimenticato le tradizioni della patria di origine. Per averne conferma basta girare l’auto e recarsi ad Hahndorf.

Hahndorf , Germania d’Australia

Hahndorf entrata al paese

Hahndorf è una cittadina pittoresca fondata da immigrati tedeschi, che mantiene tiene vive tradizioni e artigianato della madrepatria lontana. Camminare per le strade di Hahndorf è come muoversi dentro una cartolina bavarese: villette a un piano dei decori vezzosi, fiori alle finestre, negozi di artigianato del legno con schiaccianoci che sorridono dalle vetrine, panetterie che espongono orgogliose le bretzel.

 

Hahndorf Adelaide South australiaC’è anche un grill che reclamizza wurstel alla griglia, ma accompagnati da carne di canguro e di emù. Adesso sapete perché agli australiani piace tanto la birra! Qualcuno parla ancora tedesco: una signora dai capelli d’argento racchiusi in uno chignon frettoloso sospira di nostalgia.

Da anni vivie a Melbourne ma lì sono le sue radici. “Parlo tedesco – sottolinea con orgoglio – come molti della mia generazione. Ma è un patrimonio che si sta disperdendo. Così come il senso della comunità che ci univa, così forte, e le radici cristiane”. Però la signora ha deciso di non vivere nel passato: apre la sua casa ai backpacker di tutto il mondo, con un occhio di riguardo per i giovani tedeschi, che qui avranno un motivo in più di sentirsi a casa. Il marito, sonnacchioso, annuisce ai discorsi della moglie ma la sua testa è da un’altra parte. Forse pensa già alla grigliata di wurstel. Li lascio bisticciare mentre un arcobaleno sottile si apre strada tra le nubi e i rami degli eucalipti.

(foto d’apertura courtesy of SATCH)

 

About 

Travel Blogger per passione, giornalista pubblicista (nessuno è perfetto), web communication account. Soprattutto, hipster dalla nascita senza possibilità di redenzione. Vivo di comunicazione digitale e cupcake inseguendo nuovi orizzonti armata di valigia e tablet.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Shares